DI TURANJ E DELLA SUA STORIA

Turanj è una località turistica collegata con la passeggiata "Lungo mare" con la località vicina Sv. Filip i Jakov. Proprio la vicinanza dei centri più grandi lo rende un luogo attraente che è abbastanza vicino e ancora abbastanza lontano dal rumore e dalla folla. Il villaggio si estende lungo i 4 km della costa, situato nel canale di Pašman, dove è circondato da un piccolo arcipelago con 16 isolotti. Un grande numero di „piccoli moli“ che forniscono sicuro ormeggio a piccole imbarcazioni da il fascino a questa costa. Dalla costa si stende una splendida vista sull'unica isola abitata dell'arcipelago, l'isola Babac, situata a solo 1 miglio nautico da Turanj. Il territorio di Turanj fu abitato fin dall'età del bronzo, e le prime tracce archeologiche risalgono al neolitico. In età del bronzo erano popolati i "ruderi di antico castello" nelle colline intorno a Turanj e uno sull'isolotto Ričul (Zeleni školj) dove in seguito si trovava anche un antico porto. A quel tempo, l'isolotto era ancora collegato alla terraferma. Il primo insediamento si chiamava Tukljača (Tukljačane, Tuklječane), e in epoca romana là erano presenti tre piccoli porti e un grande podere romano. Una parte dell'antico acquedotto Biba – Jader è stato conservato. Sui resti di una villa rustica romana che si trovava al cimitero del paese fu costruita nell' 845 la chiesetta dell'Immacolata concezione o Santa Maria, e in alcuni scritti anche Stella maris. Turanj d'oggigiorno in documenti storici fu menzionato per la prima volta nel XIII secolo, e nell'anno 1444 a Turanj fu costruita la fortezza dei nobili croati Meštrović. La fortezza fu costruita in riva al mare, e le mura erano supportate da tre torri. Da quel tempo è stata preservata una torre (Kaštel - Castello), la porta principale e una parte delle mura. Secondo quella torre Turanj fu denominato Toretta (secondo il latino turis - torre), che con il tempo ha acquisito la sua forma attuale. Turanj durante la guerra di Candia era un posto doganale, ma anche per il resto storicamente era conosciuto come campo di battaglia dove si svolgevano molte battaglie. A quel tempo una parte della popolazione fu messa in salvo sulle vicine isole di Pašman e Babac, e una volta Turanj fu incendiato dai Veneziani perché non cadesse in mani turche. All'interno delle mura di Turanj nel 1450 fu costruita la chiesa la cui patrona era la Natività di Maria Vergine o Ružarica. Quella chiesa durante la guerra di Candia fu abbattuta e bruciata da Ibrahim Pasha, e al suo posto nel 1675 fu costruita l'attuale chiesa parrocchiale di Nostra Signora del Monte Carmelo (Gospa Karmelska).

SCOPERTA VICINO A TURANJ:

SOTTO IL MARE UNA CITTÀ DI 3000 ANNI DI ETÀ!

Per ulteriori informazioni, vedete LINK1
i LINK2

Le vostre lodi & I vostri commenti

Nel Libro degli ospiti ci sono commenti degli ospiti che hanno soggiornato da noi.
Leggeteli.
Sentitevi liberi di scrivere anche il vostro commento.

LEGGI IL LIBRO DEGLI OSPITI